VERIFICHE DI VULNERABILITA' SISMICA

Per tutte le tipologie strutturali

MP1 Ingegneria mette a disposizione dei propri clienti un team di ingegneri esperti che vantano competenze diversificate per poter affrontare varie sfide in tutti i settori. Attraverso Rilevamenti edilizi, sfruttiamo le nostre conoscenze per ridurre i rischi. Siamo costantemente aggiornati sui nuovi sviluppi e sulle ultime tecnologie del settore per trovare le soluzioni più intelligenti e ottimali da applicare nei nostri progetti.

MP1 ingegneria si occupa molto di progettazioni di opere strutturali e vanta una notevole conoscenza nelle progettazioni complesse, che si sono evolute e perfezionate grazie ad importanti esperienze nella Direzione Lavori e nei collaudi.

Le attività principali includono:

  • analisi e rinforzo strutturale di edifici esistenti con progetti legati all’adeguamento sismico;

  • progettazione di strutture moderne di grande complessità con tecniche e materiali all’avanguardia;

  • restauro e consolidamento di monumenti e opere di elevato interesse storico;

  • indagini e diagnostica di strutture e materiali, con attenzione alle prove di laboratorio e in loco.

 

Per valutare la vulnerabilità sismica di un edificio oggetto di studio, una volta acquisti i dati meccanici della struttura con una specifica campagna di indagini, si procede, nella maggior parte dei casi, conducendo un’analisi statica non lineare; tale analisi consente di determinare in modo abbastanza agevole la curva di capacità della struttura, che rappresenta la relazione tra il tagliante di base del telaio e lo spostamento in sommità al crescere delle forze sismiche (push-over) con carichi verticali costanti. Da tale curva è possibile ricavare la vulnerabilità sismica, in termini di accelerazione, intesa come la massima accelerazione al suolo sopportabile dalla struttura, valutata riferendosi allo spettro di risposta elastico (fornito dal D.M. 17.01.2018 per un suolo di tipo A) ridotto in relazione alla capacità plastica della struttura (ricavata dalla curva di push-over) trasformata in fattore di comportamento equivalente, utilizzando le espressioni dello spettro di progetto fornite dalla stessa norma.

Risulta importante, quindi, determinare il fattore di rischio dapprima ai carichi verticali, in modo da comprendere la capacità o meno della struttura di resistere alle normali azioni di esercizio, oltre il suo peso.

In caso sia soddisfatta tale verifica, si procederà con le analisi sismiche, adottando soluzioni in funzione della tipologia strutturale del fabbricato e delle sue caratteristiche geometriche-architettoniche.

Per casi specifici si svolgono analisi sismiche particolari.

 

Telefono 0823-78.73.25 - e_mail: studiomp1@mp1.it

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn

©2020 di Studio di Ingegneria Civile. Creato con Wix.com